You are here:

Italian Language/l’uso degli avverbi nella voca passiva

Advertisement


Question
QUESTION: Cara Maria,

La mia domanda riguarda l’uso di “è mai usato” nella frase seguente:  

“Per favore, potresti dirmi se il verbo italiano “fare” è mai usato come un verbo ausiliario come il verbo ausiliario  “to do” è usato  in inglese.”

Per favore, potresti verificare che “è mai usato” è un esempio della voca passiva in questa frase.

Se questo è vero, potresti anche dirmi se tutti gli avverbi si posizionano tra il verbo ausiliario e il participio passato nella voca passiva come l’avverbio “mai” si posiziona tra “è” e “usato” in questa frase.

Molte grazie del tuo aiuto.

Distinti saluti,

Rich

(The use of adverbs in the passive voice.  My question regards the use of “è mai usato” in the following sentence:   Can you please verify that “`e mai usato” is an example of the passive voice  in this sentence.  If this is true, can you please also tell me if all adverbs are placed between the auxiliary verb and the past participle in the passive voice like the adverb “mai” is positioned between “è” and “usato” in this sentence.  Thank you very much for your help.)

ANSWER: Caro Rich,

innanzitutto  la frase che tu hai tentato di scrivere in Italiano, e cioè: “Per favore, potresti dirmi se il verbo italiano “fare” è mai usato come un verbo ausiliario come il verbo ausiliario  “to do” è usato  in inglese?” sarebbe stata più corretta, se tu avessi scritto:“Per favore, potresti dirmi se il verbo italiano “fare” è mai usato  come il verbo ausiliario  “to do” è usato  in Inglese?”.

Quanto a “è mai usato”, essa  è certamente una  voce passiva, dato che “è usato” è il presente indicativo passivo, 3° persona singolare,  del verbo transitivo attivo  “usare”.

Infine, gli avverbi possono stare  tra il verbo ausiliario e il participio passato nella voce passiva o attiva, proprio  come nella frase  sopra riportata l’avverbio “mai” è collocato tra l’ausiliario “è” e il participio passato  “usato”.

Naturalmente dipende dal contesto e dall’avverbio, oltre che dall’intonazione della frase, per cui non si può stabilire una regola definita.

Per es.:

-“Tu sei stato certamente aiutato molto” (voce passiva), ma anche “Tu certamente sei stato aiutato molto”

-“Sei mai stato in Francia?” (voce attiva), ma anche "Sei stato mai in Francia?"

-“Il tuo amico è spesso invitato a casa mia” (voce passiva), ma anche “Il tuo amico è  invitato spesso a casa mia”

-“Hai mai visitato la Grecia?”(voce attiva), ma anche "Hai visitato mai la Grecia?"
ecc.

Cordiali saluti.
Maria


---------- FOLLOW-UP ----------

QUESTION: Dear Maria,

Thank you for your help with the question.

I hope that you will not mind a follow-up question.  I am trying to make sure that I correctly understand the use of the verb “stare” in the following sentence:

“Infine, gli avverbi possono stare tra il verbo ausiliario e il participio passato nella voce passiva o attiva ...”

Would you please tell me if the following translation is correct:

Finally, adverbs can be situated between the auxiliary verb and the past participle in the passive or active voice ...

I am trying to make sure that I am correct in thinking that “stare” means “to be situated” and that this is in the “passive voice”.   

Can you please verify that the verb “stare” can be used by itself  to express the passive voice.  

This is new to me because in the past I have only formed the passive voice in Italian by using essere plus a past participle or by using the passive si with the third person form of the verb.

Thank you so much.  I am very grateful to you for having exposed me to this usage of the verb “stare”.

Sincerely,

Rich

Answer
Dear Rich,

First of all  I really don't mind your follow-up question about the use of the verb “stare” in  my sentence:“Infine, gli avverbi possono stare tra il verbo ausiliario e il participio passato nella voce passiva o attiva ...” whose English translation is just: “Finally, adverbs can be situated between the auxiliary verb and the past participle in the passive or active voice”, as you wrote.

So, you are correct in thinking that “stare” can be translated as  “to be situated”/”to be placed” in the “passive voice” as well as  simply as “to be” in the active voice, since I could have said: “Infine, gli avverbi possono essere collocati/possono trovarsi/possono essere tra il verbo ausiliario e il participio passato nella voce passiva o attiva”,  i.e. “Finally, adverbs can be placed / can be between the auxiliary verb and the past participle in the passive or active voice ...”.

In this context, in fact,  the intransitive verb “stare”, that can’t  ever be used by itself  to express the passive voice as the intransitive verbs cannot ever be passive, corresponds to “to be situated”/”to be placed”/”to be”.

To sum up, it is correct to say that  you  have always formed the passive voice in Italian by using “essere” plus a past participle or by using the passive “si “with the third person form of the verb, but  in the phrase: “Infine, gli avverbi possono STARE  tra il verbo ausiliario e il participio passato .....” the intransitive active verb STARE stands for  the active voice ESSERE /TROVARSI(to be)  or the passive voice ESSERE COLLOCATI /ESSERE SITUATI (to be placed/to be situated).

Hope this is clear enough.

Best regards,
Maria

Italian Language

All Answers


Answers by Expert:


Ask Experts

Volunteer


Maria

Expertise

Italian is my mother tongue and I'll be glad to answer any questions concerning Italian Language.

Experience

Over 25 years teaching experience.

Education/Credentials
I received my Ph.D.in Classics (summa cum laude) from Genova University (Italy).

This expert accepts donations:

©2016 About.com. All rights reserved.